Tour Autenticamente Oman

Info: 
  • 10 giorni – 8 notti
  • Tour privato con guida parlante inglese (italiana con supplemento)
  • Si consiglia la partenza il venerdì dall'Italia per poter vedere i mercati di Ibra e Nizwa durante il tour
  • Sistemazione in hotel categoria 4* e 2 notti in campo tendato obbligatorio per visitare il deserto di Sharqiyah Sands
  • Trattamento: 2 Cene al campo tendato  nel deserto 
  • Tutti i trasferimenti (compresi 4x4 con una capacità max di 4 pax per veicolo negli spostamenti nel deserto)
  • Brevi escursioni in cammello nel campo tendato
  • Ingresso ai musei e ai monumenti
  • Acqua minerale durante gli spostamenti

NOTA BENE: I forti e musei sono chiusi il venerdì e sabato e tutte le feste nazionali

Quota da € 1.990 con 4 partecipanti

Quote indicative per persona: calcolate con tariffe aeree promozionali, soggette a disponibilità limitata, nei periodi di bassa stagione, al cambio valutario garantito Usd fino ad € 0,95

Quota a persona in camera doppia con 4 partecipanti1.990  €
Quota d'iscrizione a persona60  €
Tasse aeroportuali circa300 €
Supplemento camera singola530 €
Supplemento partenze da aeroporti diversi da Milano da 140 €
Supplemento a persona tour con 2 partecipanti 660 €
ESCLUSI SUPPLEMENTI DI ALTA STAGIONE
 
PERIODO DI BLACK-OUT:  LUGLIO/AGOSTO
 

Hotel previsti o similari:

Muscat: Ramada Hotel
Ras Al Jinz: Ras Al Jinz hotel / Standard Room 
Sharqiyah Sands: 1000 nights camp (dry camp) / Sheikh Tent  
Nizwa: Golden Tulip Nizwa / Standard Room 

 

PROMOZIONI:

"VIAGGI DI NOZZE": sconto di € 100 a coppia valido anche per anniversari nozze d'argento e d'oro.

 

PROGRAMMA

1° giorno ITALIA - MUSCAT
Partenza dall’Italia con volo di linea. Arrivo a Muscat. Ahlan wa Sahlan! Benvenuto in Oman. Trasferimento in hotel. Durante il percorso l’autista fornirà alcune informazioni generali sulla capitale e sul paese in generale. Check-in all’arrivo in hotel. Tempo libero a disposizione per esplorare la città.

2° giorno MUSCAT – WADI SHAB/TIWI-QALHAT-SUR-RAS AL JINZ
Partenza per Sur lungo un percorso costiero con splendide viste sulle acque del Mar Arabico da un lato e sulle rocce scoscese dall’altro. Ci si ferma a bimah Sinkhole, uno spettacolare cratere in calcare con il fondo riempito di acqua verde-blu.  Si prosegue e si effettua una breve fermata per scattare foto nella spiaggia di Fins di sabbia bianca. Ancora passeggiate lungo i pittoreschi Wadi Shab o Wadi Tiwi per raggiungere lussureggianti piantagioni e piscine naturali di acque limpide. Nelle vicinanze si trovano le rovine di Qalhat, una delle più antiche città e porti di mare in Oman. Si visitano i resti del mausoleo di biby Miriam, venerata come una santa, che si trovano in cima ad una rupe. Ulteriore fermata nella città costiera di Sur per una breve visita. Sur ha una storia importante in quanto partivano da qui i Dhows (Sambuco, imbarcazione a vele tipicamente araba) diretti in India e verso altri paesi. I più facoltosi dell’Oman provengono da questa città, infatti si possono vedere lussuose ville succedersi lungo la strada costiera. Sosta in un cantiere dove si costruiscono i dhows. Si può visitare infine il villaggio di Ayja, cullato dal mare con le sue case pittoresche che si affacciano sugli stretti vicoli, dove è facile incontrare pecore e capre che pascolano.  Pernottamento a Ras Al Jinz Visita notturna alla riserva di tartarughe nelle spiagge di Ras Al Jinza, dove vengono deposte almeno 30000 uova l’anno. Con un po’ di fortuna si potranno incontrare alcuni di questi simpatici animali.

3° giorno RAS AL JINZ – JALAN – WADI BANI KHALID – SHARQIYA SANDS
In questa giornata si potranno ammirare le affascinanti diversità del paesaggio Omanita; dai verdeggianti Wadi alle dune di Sharqiyah Sands, dalle montagne alle piacevoli cittadine in prossimità delle oasi. Il percorso in auto si snoda anche lungo un tratto della frastagliata costa orientale che  offre scenari mozzafiato e attraversa villaggi di pescatori e aree ideali per il bird-watching. Ritornando verso l’interno si visiteranno alcune città come Jalan bu Hassan e Jalan bani bu Ali, con le loro torri di guardia, le antiche case fortificate, i forti e le antiche mura. A Jalan bani bu Hassan si trova una moschea di duecento anni con 52 cupole. Prima di raggiungere le dune si percorrerà la strada del vento fino al pittoresco Wadi bani Khalid, circondato da bei paesaggi e  formazioni montuose. Qui si raggiungono piscine naturali passeggiando tra canali e piantagioni di mango. Gli agricoltori che vivono in queste terre hanno creato ai piedi delle colline sistemi d’irrigazione per le coltivazioni. Si prosegue quindi per Sharqiyah Sands, un mare di sabbia , che si allunga per quasi 200km in lunghezza e 100km in ampiezza , offrendo diverse varianti di  colore  e di forma  delle dune. Attraversarlo a bordo di un fuoristrada è un’esperienza divertente ed emozionante. Indimenticabile il tramonto spettacolare sulle dune. Pernottamento e cena in campo tendato.

4° giorno SHARQIYA SANDS
Per i mattinieri opportunità unica di vedere l’alba nel deserto . Giornata dedicata a vivere pienamente l’esperienza nel deserto. Nella storia dell’Oman era forte la sinergia tra i villaggi ai piedi delle montagne e le tribù Wahiba nomadi del deserto. Attualmente sono 3000 i pastori beduini che vivono nell’area. Si potranno incontrare alcuni di loro ed entrare a contatto con il loro sistema di vita. Previste anche attività divertenti come muoversi tra le dune in sella ad un cammello o percorrerle a  bordo di un fuoristrada . Pernottamento e cena in campo tendato.

5° giorno SHARQIYA SANDS – IBRA – NIZWA
Sveglia all’alba per un’ultima esplorazione delle dune e successiva partenza per Ibra, città del deserto dove si tiene (solo il mercoledì) un insolito mercato per sole donne, inaugurato in tempi recenti (1990), totalmente dedicato ai loro bisogni : lozioni, cosmetici, tessuti, hennes sono tra i principali articoli in vendita. La piazza principale normalmente occupata da capre e cammelli diventa uno spazio per il  commercio tra donne, vestite con i tradizionali abiti del luogo. Si prosegue verso Nizwa e Jabreen. Forti e castelli, torri e mura,  sono i segni inconfondibili dell’Oman , costruzioni usate a scopo difensivo. Ve ne sono 500 nel paese e in quest’area si visiteranno quelli più interessanti per la loro architettura. Prevista una sosta  al bahla Fort unsito dichiaratopatrimonio dell’umanità dall’Unesco. Il forte e l’insediamento con le mura di fango in un’oasi del deserto, dovette la sua prosperità alla tribù di banu Nebhan che domino la regione centrale omanita e fece di bahla la propria capitale, dal 12° al 15° sec. Bahla fu il centro dell’Ibadismo (una branca dell’Islamismo) che esercitò la sua influenza nella penisola arabica e in alcune zone dell’africa. Si prosegue per il castello di Jabreen opera difensiva tra le più belle che si possano vedere in Oman. Le torri, i passaggi, le stanze, i soffitti e le porte, sono decorati con eleganti intarsi e dipinti. I dettagli architettonici fanno di questa costruzione un’autentica espressione dell’eccellenza dell’artigianato omanita. Si potrà visitare anche il villaggio di Al Hamra, ai piedi delle montagne, dove le case di fango che risalgono a 400 anni fa , sono ancora in piedi e abitate. La tappa successiva è il villaggio di Misfat al Abriyen dove,  passeggiando tra le case di mattoni di fango e creta, costruite centinaia di anni fa, si potrà conoscerne  la storia legata all’agricoltura e al particolare sistema d’irrigazione adottato (“ falaj”). Pernottamento in hotel a Nizwa.

6° giorno NIZWA- JEBEL AKHDHAR O JEBEL SHAMS - NIZWA
Si parte per le montagne occidentali di Hajjar con prima sosta al villaggio di Al Hamra ai piedi delle colline e successiva al Whadi Ghul. Si raggiunge Jebel Shams , la vetta più alta dell’Oman, il cui nome significa “La montagna del sole” (altezza 3010 mt.) che offre spettacolari viste. In quest’area si trovano villaggi dove vivono  i tessitori di tappeti in lana pesante con i tipici disegni geometrici di colore nero, rosso e marrone. Si potrà fare un’escursione opzionale di trekking  passando tra le pareti di un canyon, seguendo una antica mulattiera, lungo il fianco occidentale del Wadi an Nakhar,  fino a raggiungere il villaggio abbandonato di  As Sab. Rientro a Nizwa per il pernottamento. 

In alternativa escursione a Jebel Akhdar, la “montagna verde”. Lungo il percorso, ci si ferma al villaggio di birkat Al Mauz interessante per le piantagioni di datteri e banane irrigate con il tipico sistema idraulico omanita (“Falaj”).  Jebel Akhdar è alta 2000mt ed è famosa per il suo clima fresco e per le orchidee coltivate nelle terrazze ricavate sui fianchi delle montagne. Qui si producono anche albicocche, fichi, uva, prugne, mandorle. Minuscoli e pittoreschi villaggi punteggiano il panorama e offrono stupende viste su gole, picchi, e wadis.
Da marzo ad aprile l’aria intorno  a Jebel Akhdar profuma di rose che vengono raccolte nei villaggi per distillarne la preziosa acqua. Rientro in serata a Nizwa.

7° giorno NIZWA- MUSCAT
Il giorno migliore per visitare Nizwa è il venerdì perché in questo giorno si svolge la tradizionale fiera del bestiame.  Imperdibili sono anche il Forte del 17° sec. , costruito su una solida roccia per sopportare le vibrazioni dei 24 cannoni quando sparavano, e il souq famoso per la gioielleria in argento. Si parte per Muscat nel pomeriggio. Serata libera per esplorare la città. Pernottamento in hotel.

8° giorno MUSCAT
Giornata dedicata alla visita di questa pulitissima città. Muscat giace tra le pieghe di brune  montagne ed è cullata dal mar Arabico. Pur avendo vissuto un’impressionante sviluppo negli ultimi anni la capitale dell’oman resta ancorata orgogliosamente alla sua storia e cultura. Il Tour inizia con la visita della grande Moschea, un’autentica meraviglia architettonica, diventata il simbolo della città. Si prosegue con la visita dell’area ministeriale dove gli edifici moderni non rinunciano ad un tocco di architettura islamica. Una parte del tour è dedicata ad luogo speciale. A Sida, un villaggio di pescatori, nella parte vecchia della città, opera un’organizzazione femminile no- profit, che insegna il mestiere di sarta alle donne del posto, per renderle indipendenti  con il loro lavoro. La visita fa parte di un programma di turismo sostenibile e responsabile. Le creazioni di queste sarte sono molto colorate e riflettono la cultura omanita e si possono acquistare. Il tour continua con la visita al Museo bait Al Zubair, con la sua ricca esposizione di opere che costituiscono un’importante finestra sulla ricca storia e cultura omanita, e una breve sosta per le foto al palazzo Al Aalam fiancheggiato dai due forti portoghesi gemelli, Mirani e Jalali. Ultima tappa la visita serale dell’incantevole souq di Muttrah con i suoi stretti vicoli e gli incredibili odori esotici di spezie, caffè ed essenze aromatiche.

9° giorno MUSCAT – ESTENSIONE OPZIONALE O RIENTRO IN ITALIA
In attesa del transfer all’aeroporto ci si potrà riposare in hotel o dedicare il tempo a fare shopping nel souq. Facoltativa un’escursione mattutina in barca per avvistare delfini e balene molto numerosi lungo le coste omanite. Transfer all’aeroporto internazionale di Muscat. Proseguimento per la prossima destinazione oppure volo per l’Italia. 

10° giorno ARRIVO IN ITALIA
 

 
La quota include: volo di linea dall'Italia, tour privato con 4 partecipanti (2 con supplemento), 9 giorni/8 notti, hotels 4*, auto/minivan con guida accompagnante parlante inglese, sistemazione in camera doppia con 2 pernottamenti in campo tendato, trattamento di  con prima colazione  + due cene al campo tendato, escursioni nel deserto in 4x4, visite, ingressi e trasferimenti.

La quota non comprende: Quota d’iscrizione € 60 inclusa assicurazione medico bagaglio, bevande, pasti non inclusi, visto in loco 20 OMR (per pemanenze fino a 30 giorni).