menu

Nuova Zelanda

Non è un caso che la Nuova Zelanda sia stata scelta come set cinematografico per la saga del Signore degli Anelli. E' una terra magnifica con una diversità impressionante di paesaggi. Viaggerete davvero ai confini del mondo, dove l'uomo è riuscito a creare le migliori condizioni per vivere al meglio rispettando la natura.
Clima:

Temperato oceanico, caratterizzato da umidità e da grandi e lunghe precipitazioni (circa 200 giorni l'anno di pioggia, e di neve sulle montagne). Per quanto riguarda l'alternarsi delle stagioni, si registra una notevole differenza tra l'Isola del Nord e l'Isola del Sud: quest'ultima presenta un clima tropicale, mentre la prima subtropicale. Le differenze di temperatura tra le stagioni non sono molto marcate, in media l'escursione si aggira intorno ai 10°C. Le stagioni intermedie sono miti, le migliori per prevedere un viaggio.

Informazioni utili per il viaggiatore:
ABBIGLIAMENTO 
Abbigliamento pratico e sportivo, capi più pesanti per la sera, giacca a vento, abbigliamento pesante se si viaggia in inverno; cappellino, occhiali da sole e creme protettive, costume da bagno, scarponcini da trekking e/o scarpe sportive con suola antiscivolo e in gomma contro i coralli, coltellino multiuso, borraccia, torcia, collirio; repellenti per insetti e zanzare, farmaci di uso personale. 

ACQUISTI
In Nuova Zelanda si acquistano ottimi prodotti in lana di pecora,  morbidi e caldi maglioni oppure tappeti per la casa. L’artigianato maori lo si può ammirare e trovare nei negozi sotto forma di prodotti artigianali prodotti in legno, pietra e osso. Si trovano anche bellissimi gioielli, monili in conchiglia e in pietra dura.  
Naturalmente per i  fan del Rugby, non si può non acquistare un completo degli All Blacks, se ne trovano ovunque e in Nuova Zelanda sono proprio considerati degli idoli in carne ed ossa. 
Se volete portare a casa qualcosa di veramente tipico, consigliamo  di acquistare un caldo Swanndri, questi maglioni Neozelandesi di origine contadina vengono creati utilizzando la lana delle pecore locali. Vanno molto di moda e solitamente sono a quadri.
Le donne saranno sicuramente attratte dai fanghi Rotorua. Questo prodotto cosmetico nasce proprio nell’omonima città, famosa per le sue attività legate alla geotermia, sia per quanto riguarda le strutture termali sia per i geyser presenti sul territorio. Questi fanghi regalano effetti benefici per la pelle e sono molto ricercati vista la loro efficacia.
Qualcosa di tipico e veramente raffinato sono i  prodotti creati con la Giada Nefrite, detta anche “pounamu”. Il suo colore è verde scuro e opaco e si tratta di una pietra semi-preziosa molto importante per i maori, con un grande valore spirituale perché rappresenta l’autorità.

AMBASCIATE
AMBASCIATA D'ITALIA a Wellington: 34-38, Grant Road, Thorndon
WELLINGTON 6011 (New Zealand)
TEL: 0064-4-4735 339 - FAX: 0064-4-4727255
Cell. Emergenza: 0064-27/4448259
E-mail: wellington.embassy@esteri.it - Sito: www.ambwellington.esteri.it

Ambasciata della Nuova Zelanda in Italia: Via Clitunno 44, Roma 00198, telefono 068537501

ASSISTENZA MEDICA
Non vi è nessun problema particolare di profilassi igienico-sanitaria e il sistema sanitario è di buon livello nelle aree urbane. Nelle aree rurali il livello delle strutture sanitarie è inferiore, anche per la carenza di personale specializzato. L’accesso a diagnosi e cure per gli stranieri è particolarmente oneroso. Soltanto le prestazioni erogate in conseguenza di incidenti sono coperte da un fondo di compensazione pubblico (ACC). E’ bene stipulare un’assicurazione sanitaria prima di partire.

CORRENTE ELETTRICA

240 volt. Utile un adattatore universale.

DOCUMENTI E VISTO 
Passaporto: necessario con validità residua, rispetto alla data prevista per la partenza dalla Nuova Zelanda, di almeno 3 mesi, oppure di un mese, se l’Autorità’ di rilascio del passaporto ha una propria Rappresentanza diplomatico-consolare nel Paese
(per approfondimenti, v. sito: https://www.immigration.govt.nz/new-zealand-visas/options/visit/explore-visitor-visa-options.
Per coloro che intendono viaggiare in Nuova Zelanda dopo il 1 Ottobre 2019 e che non posseggono un visto di residenza per il Paese sara' necessario richiedere una "Electronic Travel Authority" (NZeTA). La NZeTA dovra' essere richiesta prima di partire  (si suggerisce di richiederla almeno 72 ore prima della partenza), avra' una validità di 2 anni ed costo variabile fra 9 e 12 NZD. A tale cifra dovra' aggiungersi un ammontare pari a 35 NZD a copertura dell'International Visitor Conservation and Tourism Levy. ). L'ETA sarà richiesta a tutti i viaggiatori in transito in Nuova Zelanda anche qualora quest'ultima non fosse la destinazione finale del viaggio. Per maggiori informazioni si rimanda al seguente link: https://www.immigration.govt.nz/about-us/what-we-do/our-strategies-and-projects/eta-new-requirements

DOGANA 
In entrata ed in uscita dalla Nuova Zelanda ogni viaggiatore che possiede più di 10.000 NZ$ in denaro liquido (o l’equivalente di 10.000 NZ$ in valuta estera) deve compilare il Border Cash Report come parte delle procedure di entrata o sdoganamento, (“Financial Transactions Reporting Act 1996”).
La normativa imposta dal Ministero dell’Agricoltura sull’importazione di prodotti alimentari è molto severa. Si consiglia, prima della partenza, di informarsi presso l’Ambasciata neozelandese in Italia.
Per ulteriori informazioni, consultare i seguenti siti 
www.maf.govt.nz  -  www.biosecurity.govt.nz  - www.immigration.govt.nz  
www.customs.govt.nz  - www.nzfsa.govt.nz

GASTRONOMIA
La cucina della Nuova Zelanda sa dimostrarsi raffinatissima e molto varia, con una scelta più ampia ad Auckland e lungo tutta la costa rispetto all'entroterra che prevede invece una scelta minore, soprattutto derivante dall'assenza di pesce e crostacei che il mare offre in larga abbondanza. I neozelandesi amano moltissimo la carne: l'agnello è di buona qualità e si trova dappertutto, mentre la carne di cervo si trova solo nei migliori ristoranti. La Nuova Zelanda è famosa anche per i suoi prodotti caseari: latte, formaggio e gelati sono infatti gustosissimi. Il pesce è ottimo in questo paese. Le cozze verdi si trovano ovunque e sono le migliori e le più economiche del mondo; ostriche e i migliori frutti di mare provengono da Bluff, nell'Isola del Sud. Particolarmente esotico è il toheroa, un crostaceo raro e carissimo, come pure il tuatua, che però è più economico. Nei fiumi e nei torrenti abbondano le anguille, un'altra delizia della cucina neozelandese, soprattutto affumicate. 
Per quanto riguarda il cibo che si consuma nei fast food, i neozelandesi amano moltissimo il pasticcio di carne;. altri spuntini molto popolari sono i nachos, le patate cotte con la buccia e gli hamburger sul genere del grande 'Kiwi burger', serviti con uovo fritto, barbabietole e insalata. Si può assaggiare poi l'afghan, un popolare biscotto di cioccolato fatto in casa; l'hokey pokey, un gelato delizioso con pezzetti di zucchero caramellato; la kumara, che è la patata dolce polinesiana, alimento base della dieta maori e infine la paua od orecchia di mare, duro crostaceo che viene pestato, tritato e poi impastato in frittelle. Un tipico piatto nazionale è rappresentato dall'hangi, un misto di pesce, carne e verdure cotte al forno. 
Una bevanda insolita è il vino prodotto con il frutto del kiwi, di cui esistono molte varietà: fermo e frizzante, dolce e secco, con cui producono persino un liquore. Ma oltre al kiwi l'isola ha una grande produzione vinicola, certamente non confrontabile con l'Italia o la Francia ma pur sempre una produzione rilevante. La coltivazione della vite è situata tra il 35° e il 45° parallelo con una distinzione climatica importante tra la South Island, ove si coltivano le uve più meridionali del mondo, e la North Island. Negli anni '60 la superficie vitata era di appena 400 ettari, ubicata principalmente nella zona di Auckland, affiancata successivamente dalla valle del fiume Gisborne, con una produzione di poco superiore ai 4 milioni di litri, principalmente di vini da tavola aromatici da müller-thurgau.
Quella di Auckland è la zona vinicola più antica del paese e con i vigneti dislocati principalmente nella Huapai Valley che risalgono all'inizio del secolo. La nuvolosità accentuata della zona modera i forti livelli di insolazione stabilizzando le condizioni di maturazione delle uve ma il clima umido e le piogge autunnali, purtroppo non sempre favoriscono una produzione di grande qualità. Il vino, è diffuso sia quello nero che bianco, generalmente profumato e non molto alcolico, come il Riesling, il Sauvignon e il Cabernet Blanc, che il rosso come il Cabernet Sauvignon o il Merlot. 
I ristoranti neozelandesi hanno un livello mediamente basso, nonostante negli ultimi anni si sia fatto molto per migliorare la situazione. I prezzi in genere non sono eccessivi; si distingue tra i ristoranti con licenza per la vendita di alcolici e quelli senza, nei quali però è d'uso il BYO (Bring Your Own), che significa che ciascuno può consumare bevande alcoliche portate da casa. Sono presenti numerosi ristoranti etnici cinesi, italiani, thailandesi, giapponesi e indiani.

LINGUA 
La lingua ufficiale è l’inglese. Il Maori è la lingua della popolazione autoctona.

ORA LOCALE
Rispetto all’Italia, +10 ore durante l’inverno australe e l’estate europea;+12 ore durante l’inverno europeo e l’estate australe;+11 ore durante il passaggio orario invernale/estivo in considerazione della non coincidenza delle date (dall’ultima domenica di marzo alla prima domenica di aprile e dall’ultima domenica di settembre all’ultima domenica di ottobre)

RELIGIONE
Anglicana (18,4 %), cattolica (13,8 %), presbiteriana (13,4%), metodista(3,5 %), battista (1,6 %).

TASSE AEROPORTUALI

Di norma le tasse aeroportuali includono le tasse di uscita dal Paese. Consigliamo comunque di verificare in aeroporto, trattandosi di regolamentazioni soggette a variazione.

TELEFONO

Prefissi: dall' ltalia 0061; per l'Italia 0039 Copertura mobile, voce e dati: Vodafone GSM 900/1800 UMTS 2100

VACCINAZIONI
Non sono richiesti protocolli immunitari o vaccini particolari per visitare la Nuova Zelanda. Consigliamo comunque di controllare il sito Viaggiare Sicuri al link 

VALUTA
La valuta nazionale della Nuova Zelanda è il dollaro Neozelandese. 
Accettate tutte le principali carte (VISA, MasterCard, American Express, Australian Bankcard, Diners, Jcb). Prelievo presso sportelli bancomat disponibile.
E’ possibile consultare il cambio attuale al link http://uif.bancaditalia.it/UICFEWebroot/ .

COMUNICAZIONE OBBLIGATORIA
L’art.16 della legge italiana n. 269 del 1998, punisce con la pena della reclusione i reati inerenti alla prostituzione e alla pornografia minorile, anche se gli stessi sono commessi all’estero.