menu

Cina

Non una nazione ma quasi un continente dalla storia millenaria. Le varie dinastie che si sono succedute nel “Celeste Impero” hanno lasciato molte importanti testimonianze: la Città Proibita, la Grande Muraglia, l’esercito di terracotta, oltre a numerose pagode, monasteri e sculture dedicate a Buddha. Le super-moderne megalopoli cresciute negli ultimi anni, come Shanghai, contrastano con le zone rurali dei villaggi e delle minoranze etniche.

Clima:

La maggior parte del territorio della Cina si trova all’interno della zona temperata. Il Paese presenta tuttavia grandi differenze climatiche che dipendono dai monsoni, dalla latitudine e dall’altitudine. La parte centrale e il sud-est sono caldi e umidi, mentre il nord e il nord-est sono piuttosto secchi. La Cina è tagliata da 35 paralleli e presenta una gran varietà di climi. In molte zone l’estate è calda e piovosa, con un alto tasso di umidità, mentre l’inverno è prevalentemente asciutto. Nella Cina settentrionale, oltre l’80% delle precipitazioni è concentrato nei mesi estivi, mentre nella zona meridionale si scende al 40%. Nel sud, inoltre, durante le stagioni delle piogge sono frequenti i tifoni. A nord dello Tzang Tze l’inverno può essere molto freddo. Complessivamente le regioni settentrionali mostrano una netta divisione delle stagioni. 

Informazioni utili per il viaggiatore:
Le seguenti informazioni valgono come sintesi generale che può subire variazioni senza preavviso, per questo vi preghiamo di consultare il sito della Farnesina http://www.viaggiaresicuri.it/  per tutti gli aggiornamenti sul paese.

Abbigliamento

A nord è opportuno un abbigliamento di tipo invernale, mentre le aree del Sud richiedono abiti leggeri, occhiali e cappello da sole. In tutte le stagioni è utile un impermeabile  o una giacca a vento tascabile.

Acquisti
Seta, cashmere, porcellana, tappeti, giada, oggetti di lacca, sculture in legno. Si trovano inoltre ancora molti oggetti di antiquariato Ming, ma per l’esportazione è necessaria la dichiarazione concessa dai negozi di stato.

Alimenti e Bevande
Si consiglia cautela nel consumo dell'acqua di rubinetto in quanto non sempre è potabile. Si sconsiglia il consumo di cibi  preparati per strada, che sovente non offrono gli standard minimi d'igiene.

Ambasciate
Ambasciata Italiana a Pechino: San Li Tun, 2 Dong Er Jie - 100600 Pechino, telefono: +86-10-8532 7600, e-mail: ambasciata.pechino@esteri.itAmbasciata Cinese a Roma:Via Bruxelles 56 - 00198 Roma, telefono: 06 85350118, e-mail: chinaemb_it@mfa.gov.cn

Assistenza Medica
La qualità del servizio sanitario in Cina non è elevata. Solo nelle metropoli è possibile trovare personale medico e sanitario competente, ma con limitata conoscenza dell’inglese o di altre lingue veicolari. I costi di degenza ospedaliera per i cittadini stranieri sono elevati.Nelle aree rurali, possono riscontrarsi pesanti carenze sanitarie, strutture inadeguate e personale medico non sufficientemente specializzato.

Comportamento
Le buone maniere sono bene accette dovunque, e ciò che è considerato buona educazione in altri paesi è considerato buona educazione anche in Cina. Comunque, ci sono alcuni tabù sociali e religiosi che sarà bene rispettare per non arrecare offesa.E’ bene evitare discorsi su temi politici con la popolazione, come anche le effusioni in genere con persone cinesi poco conosciute, specialmente se di sesso opposto. Se si è ospiti non è considerata buona maniera rifiutare il cibo offerto, né finire tutto ciò che avete nel piatto: va lasciato qualche chicco di riso per mostrare che il pasto era abbondante.

Corrente Elettrica
La tensione dell’energia elettrica è di 220 volt. Nella maggior parte degli hotel le prese elettriche sono di tipo inglese. Occorre adattatore.

Documenti e Visto
Per l’ingresso in Cina è necessario il passaporto con validità residua di almeno sei mesi. E’ richiesto il visto di ingresso da richiedere in Italia prima del viaggio. Non è previsto il rilascio di visti ai posti di frontiera, per cui coloro che all’arrivo in territorio cinese ne risultano sprovvisti vengono respinti.
A far data dal 4 novembre 2019, l’Ambasciata Cinese in Italia inizierà a raccogliere le impronte digitali di tutti i richiedenti del visto cinese, compresi i cittadini italiani. 
Nota bene:
1. Tutti i richiedenti saranno obbligati a presentarsi personalmente per la raccolta delle impronte. Vi preghiamo di contattarci in tempo per prenotare questa formalità.
2. Sempre a far data dal 4 novembre 2019, il Visa Application Service Centre sospenderà temporaneamente il servizio di richiesta visti urgenti ed extra-urgenti; per i richiedenti sarà disponibile soltanto la procedura Regolare.

Dogana
Non esistono particolari limitazioni all’importazione di valuta straniera. Se comunque la somma supera i 5.000 USD, è bene dichiararla all’ingresso compilando il formulario doganale in duplice copia, per poter poi dimostrare - all’uscita dal Paese - il precedente possesso della somma eventualmente restante, in caso di controllo doganale. Vanno dichiarate inoltre le apparecchiature elettroniche di esclusivo uso personale.Il Governo cinese esercita un rigoroso controllo sulla esportazione di oggetti ed opere d’arte di significativo valore culturale. Nel caso si acquistino oggetti d’arte è necessario assicurarsi che sia stato concessa l’autorizzazione all’esportazione da parte del Cultural Relics Appraisal Institute (36 Fuxue Hutong, Dongcheng District, Beijing tel.64014608), che rilascia un certificato per l’esportazione e imprime un timbro ufficiale sull’oggetto. I contravventori stranieri possono essere puniti anche con misure restrittive della libertà. È altresì vietata l’esportazione di animali rari, piante rare ed i loro semi; metalli preziosi e diamanti.Consigliamo di visitare il link http://www.viaggiaresicuri.it/index.php?cina per ulteriori informazioni al riguardo.

Fotografie e Riprese
Memory card e pellicole si possono reperire facilmente nelle città e nelle principali località turistiche. Si raccomanda sensibilità e rispetto nel fotografare o filmare le persone (è bene chiedere il permesso) e soprattutto i luoghi di preghiera.

Gastronomia
In nessun paese come in Cina la cucina si può definire un’arte: gusti raffinati, sapienti accostamenti di profumi e sapori, grande attenzione alle virtù salutari dei cibi e all’eleganza della presentazione visiva. Pur se preparati in maniera diversa, gli elementi basilari della cucina cinese sono gli stessi dei nostri: pollo, maiale, vitello, pesce, riso (anche la pasta si fa con il riso), tutti i tipi di verdure. Meno comuni le uova ed i pomodori. La cucina cinese non prevede mai pane, né formaggio o suoi derivati. Nei menù turistici non vengono mai serviti (a meno che non se ne faccia esplicita richiesta) quei piatti tanto temuti dall’immaginazione popolare come serpente, cane, topo, scimmia, etc. Se non ci si vuole cimentare con le bacchette, si possono chiedere le posate occidentali, ormai disponibili ovunque.

Lingua
La lingua ufficiale è il mandarino. Nell’area di Canton si parla il cantonese. Diffusi nelle varie province i dialetti locali. La conoscenza dell’inglese, seppure in crescita, è limitata ad alcune zone dei grandi centri urbani.MANCEA fine viaggio, è consuetudine consegnare a guida ed autista una mancia. E’ inoltre abitudine dare una mancia a camerieri e facchini.In Cina la mancia è da considerarsi oramai un vero e proprio stipendio che deve essere corrisposto alle guide ed agli autisti: per una assurda politica del turismo cinese, le guide non vengono pagate dalla agenzia che le impiega, perché ci si aspetta che quanto ricavato dalle mance sia più che sufficiente. Generalmente, si consiglia di calcolare uno o due dollari a persona al giorno per gli autisti e 3 o 4 dollari a persona al giorno per le guide (più si è, più è basso l’importo pro-capite).

Ora Locale
+ 7 ore rispetto l’Italia ;+ 6 ore quando in Italia vige l’ora legale.

Religione
Le principali religioni sono quella buddista e la taoista. Sono altresì presenti significative minoranze cristiane e islamiche e molto diffuso è l’ateismo.

Tasse Aeroportuali
Di norma le tasse aeroportuali comprendono già le tasse di uscita dal Paese. Consigliamo comunque di verificare in aeroporto, trattandosi di regolamentazioni soggette a variazione.

Telefono
Per raggiungere telefonicamente la Cina occorre comporre lo 0086 (aggiungere 10 per Pechino; 21 per Shanghai; 20 per Canton); per telefonare in Italia dalla Cina occorre comporre il prefisso internazionale 0039.

Vaccinazioni
Il vaccino contro la febbre gialla è obbligatorio per tutti i viaggiatori di età superiore a  9 mesi provenienti da Paesi a rischio di trasmissione della malattia, nonché per i viaggiatori che abbiano anche solo transitato nell’ aeroporto di un Paese a rischio di trasmissione della malattia.

Valuta
La moneta cinese è chiamata Renminbi (moneta del popolo) e viene emessa dalla Banca Centrale (Bank of China, la Banca del Popolo della Cina). L’unità monetaria del renminbi è lo yuan; che si suddivide in jiao e fen. Uno yuan si divide in 10 jiao. E’ possibile cambiare gli euro direttamente nelle banche e negli hotel. Le carte da credito sono normalmente accettate.Per favorire i turisti, la Bank of China accetta di effettuare il cambio di traveller cheque emessi da banche e compagnie commerciali italiane.Prima di lasciare la Cina è possibile riconvertire il denaro restante non utilizzato, presentando le ricevute di cambio entro 6 mesi dall’effettuazione della conversione al cambio locale.E’ possibile consultare il cambio attuale al link: http://uif.bancaditalia.it/UICFEWebroot/

King Size Bed
In Cina gli alberghi hanno piu` camere twin (a 2 letti separati) che camere double ( con King Size Bed). Gli alberghi non possono garantire a tutti i clienti le camere con king size bed tranne agli sposi in viaggio di nozze. 

Cauzioni degli Alberghi
In Cina negli alberghi, al momento del check-in alla reception , verra` richiesta ai clienti una cauzione con la carta di credito a garanzia di eventuali extra. Verra’ bloccata una cifra di circa USD 100 per giorno per camera e lo sblocco dei fondi potrebbe essere entro un mese dopo il check-out. I clienti possono dare anche la cauzione con i contanti che verranno restituiti al momento del check-out. 

Valuta
Il Renminbi, ‘moneta del popolo’ e’ la moneta cinese. La sua unita’ e’ lo Yuan. Oltre alle piu’ comuni valute straniere, anche l’Euro viene comunemente cambiato. Al termine del viaggio e’ possible convertire la moneta cinese rimasta, presentando una ricevuta di cambio. Sta avendo anche un’ampia diffusion l’utilizzo delle carte di credito(Visa, Mastercard, American Express) sopratutto negli hotels, nei negozi dell’Amicizia e nei grandi centri commerciali. 

Check-in time e Check-out time negli alberghi
CHECK-IN TIME: ALLE 14.00 IN POI
CHECK-OUT TIME: ENTRO LE 12.00AM
Vi ricordiamo inoltre che, come previsto dalle norme internazionali turistiche l’assegnazione delle camere è prevista a partire dalle ore 14.00 mentre le stesse dovranno essere rilasciate entro le ore 12.00 del giorno della partenza salvo diversa comunicazione da parte della reception di ogni singolo hotel. Quando i clienti hanno il volo d’arrivo a Pechino previsto prima delle 10.00am, vi consigliamo di prenotare la camera la notte precedente per garantire che sia pronta al loro arrivo in albergo.

Mance 
Oggi in Cina l’abitudine di dare mance e’ molto diffusa. Tutte le persone che vengono a contatto con i turisti si aspettano di ricevere la mancia. In casi di gruppo, l’accompagnatore raccoglie una somma tra i partecipanti, all’inizio del viaggio, e la distribuisce durante il soggiorno. Nel caso di viaggi individuali, non esistendo una tariffa standard, suggeriamo di affidarsi al proprio buon senso dando la mancia ne caso in cui si rimane soddisfatto del servizio prestato. E’ una buona norma calcolare 1-2 euro al giorno e per persona per gli autisti; 3-4 euro al giorno e per persona per la guida locale.

Ordine delle visite
Per motivi di carattere operativo il programma di viaggio potrebbe subire delle variazioni nell’ordine di svolgimento delle visite, ma non nel contenuto. Il dettaglio delle visite e delle escursioni verrà riconfermato dalle guide locali.

Visite Facoltative
Le guide locali potranno proporre delle visite facoltative o attivita` per le sere: I clienti possono decidere con le guide locali pagando direttamente alle guide locali il prezzo concordato. Queste visite non sono mai obbligatorie. I clienti possono rifiutare le proposte direttamente se non si interessano alle visite facoltative.
Negozi per i turisti:
Le guide locali potranno proporre delle visite ai negozi o fabbriche. Se i clienti non sono interessati allo shopping, basta avvisare la nostra guida.